+

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Accetto la normativa della privacy.

Condifesa Venezia
Condifesa Venezia
Condifesa Venezia
Condifesa Venezia

Olio d’oliva veneto: una realtà in crescita

Mentre la produzione nazionale di olio d’oliva sta subendo un crollo considerevole, il Veneto si distingue con un aumento in controtendenza. Scopriamo insieme i dettagli dell’olio d’oliva veneto.

Il Veneto e la produzione di olio d’oliva

L’olio extra vergine di oliva viene prodotto anche in Veneto, in particolare alle pendici dei Colli Euganei, dei Monti Lessini, dei Colli Berici, nella fascia pedemontana del Grappa, ma anche nell’isola di Sant’Erasmo. Della bellissima isola veneziana e delle sue particolari primizie, vi avevamo già parlato in un nostro precedente articolo che potete facilmente recuperare all’interno del nostro blog.

La coltivazione delle olive destinate alla produzione dell’olio segue la tradizione in tutto e per tutto. La caratteristica principale del prodotto è infatti la spremitura a freddo dei frutti. Essi vengono raccolti a mano con l’utilizzo di speciali pettini che vibrano e scuotono le estremità dei rami. Assolutamente banditi sono invece i sistemi che prevedono di scuotere tutta la pianta dal tronco e che vanno a indebolirne la struttura.

Una volta raccolte nelle speciali reti, le olive vengono portare subito al frantoio per la fase di molitura. In questo modo il prodotto rimane inalterato. Le olive vengono spremute con metodi di pressatura che non danneggiano le proprietà organolettiche delle olive e dell’olio da esse estratto.

La coltivazione delle olive in Veneto sembra essere stata introdotta in epoca romana e ha avuto fasi in cui è stata più o meno diffusa. Le zone collinari e di laguna sono infatti l’ideale in quanto offrono un clima mite, protetto dai venti freddi. Non è un caso che la nostra regione vanti alcuni olii a denominazione di origine protetta come l’Olio Extravergine di Oliva Veneto DOP e l’Olio Extravergine di Oliva Garda DOP.

Consigli di utilizzo dell’Olio d’oliva veneto

L’olio d’oliva ricavato dagli oliveti veneti ha un sapore fruttato di diversa intensità a seconda della zona e della varietà. Tra le più diffuse in Veneto ci sono Grignano, Favarol, Leccino, Rasara e Frantoio. L’acidità massima totale (acido oleico libero) non deve essere superiore allo 0,6%.

Viste le caratteristiche di questa produzione locale, l’utilizzo ideale dell’olio d’oliva veneto è a crudo, in piccola quantità su carne, pesce e verdure; tuttavia può essere utilizzato anche in cottura con ottimi risultati.

I sommelier dell’olio d’oliva

Nell’ultimo periodo si sta diffondendo nel nostro territorio una figura sempre più autorevole: il sommelier dell’olio d’oliva. Si tratta di un professionista esperto nella degustazione di questo prodotto, di cui sa riconoscere e analizzare tutte le caratteristiche organolettiche attraverso una accurata valutazione sensoriale.

L’olio d’extravergine di oliva veneto ha infatti un sapore complesso e una qualità fuori dal comune, con caratteristiche aromatiche tutte particolari. L’assaggiatore dell’olio d’oliva è una figura nuova, molto diversa dal sommelier di vino. Mentre di solito il vino viene degustato in purezza, l’olio viene normalmente abbinato ad altre pietanze che possono alterarne il sapore, anche per questo il degustatore di olio in purezza è un lavoro assolutamente innovativo.

Olio d’oliva: produzione nazionale e produzione veneta, i numeri a confronto

L’andamento della produzione nazionale di olive da olio ha subito un drastico calo nel corso nel 2020 in particolare nel sud Italia, dove vi è stata una diminuzione in alcune regioni fino al -43% rispetto alle stagioni precedenti. Questo peggioramento è dovuto sia a condizioni meteo avverse, sia agli attacchi della mosca olearia e di alcune malattie da microrganismi infestanti come la xylella.

Al contrario le regioni del settentrione hanno subito un notevole incremento. A distinguersi in particolare è proprio la regione del Veneto che ha registrato un bel +150% nella produzione di olive destinate a diventare olio extravergine di oliva.